"Damià, tranquillo che ce la fai". Massimo m'incoraggia neanche fosse il coach di Rocky contro Ivan Drago. Sento la frizione della mia 206 che mi implora pietà. Una retromarcia su una mulattiera mentre piove e c'è la nebbia. Alice chiude gli occhi. "Non voglio vedere". Dice.
Neanche io vorrei ma d'altronde. Mi dico "ci provo, che può succedere...".
E la macchina soffre, Massimo suda, Alice prega in sette lingue diverse. Ma alla fine s'arriva.

Capitolo due. Castelnuovo di Garfagnana: centro storico. Massimo e Alice "Ti aspettiamo in centro, qui piove a dirotto. Appena arrivi in macchina facci un squillo".
Dico "Che ci vuole?"

Corro sotto la pioggia che è tipica della Garfagnana tanto quanto il biroldo. Arrivo in auto dopo essermi tuffato in una pozzanghera di due metri per tre... Seguo le indicazioni "Centro Storico". Ma mica te lo dicono che i vicoli son troppo piccoli per la tua 206 e infatti m'incastro. E, tanto per cambiare, che si fa? Retromarcia. La 206 dice "basta, te prego". Una bimba s'affaccia sotto la pioggia e mi guarda. Quello è bischero per davvero. Pensa. Sicuro.
E alla fine ritrovo la libertà, dopo 148 manovre. Nemmeno la pioggia m'abbatte. Sono il miglior retromarcista d'Europa.

E tornando al Garfagnana in giallo. C'è stato da ridere con la consegna dell'attestato ai finalisti e il commento della giuria ai racconti. E il mio, di racconto, è nella raccolta "Garfagnana in giallo 2010" che trovate nelle librerie Feltrinelli.






E che vi dovrei dire? Cioè, da dove comincio? Dal principio, direte voi. E vabbé, che vinca la tradizione...

Però non è mica facile raccontarvi di questi due giorni in Garfagnana per il Garfagnana in giallo perché è successo di tutto e di più...


Dovrei dirvi del viaggi in auto con Alice e il mio “collega” scrittore Massimo Lerose dal caldo mare di Civitavecchia fino alle impervie montagne toscane. E dovrei aggiungervi epiche scalate con la mia Peugeot 206 fino al “caratteristico eremo di Colomini” dove è bello dormire ma magari d'estate quando non hai la nebbia e l'acqua di fronte a te...


E dovrei aggiungervi anche delle interminabili mangiate in ogni dove e soprattutto quella al Vecchio Mulino di Andrea che, giuro, uno nella vita ci deve andare almeno una volta sennò non riuscirà mai a capire che vuol dire mangiare da dio... E se poi hai commensali come Massimo, Andrea, Normanna e Alice è tutta un'altra storia...


Ancora dovrei raccontarvi del “mio” Francesco Brunetti che intervista l'Eduardo Scarpa ideato da Massimo Lerose. E aggiungerei che alle persone è piaciuto molto, ma molto.


E voglio aggiungere che le VOSTRE foto di “Cronaca di un legame di sangue” in the world sono diventate un video che è stato proiettato al Garfagnana in giallo e che uno dei vincitori del concorso, Andrea Nacci, al momento della premiazione elogia me, autentico sconosciuto, per quello che ho fatto poco prima insieme a Lerose. Che storia...





E vorrei dire “bravi, bravissimi” ai tre vincitori ex-aequo Normanna Albertini, Andrea Nacci e Antonella Pellegrinotti. E pure al vincitore dei giovani Alessandro Marchetti Guasparini (cioè, dico, 14 anni...)


Condirei tutto con un invito a leggere il volume “Garfagnana in giallo 2010 – Antologia Criminale” edito da Prospettivaeditrice in cui sono contenuti tutti i racconti finalisti, tra cui quello del sottoscritto dal titolo “La nota dolente”


E chiudo con i “grazie”.
Grazie ad Alice perché è sempre attenta quando legge e mi sopporta...
Grazie a Massimo Lerose perché come compagno di viaggio è ganzo, che più ganzo non si può.
Grazie a Chiara Pilozzi per i consulti di natura giuridica per il racconto “La nota dolente”.
Grazie a tutti gli organizzatori del “Garfagnana in giallo”.
Grazie, infine, alla Garfagnana perché in questo viaggio della speranza mi ha ispirato almeno altri due gialli....





Per chi si trovasse, per caso ma pure di proposito, dalle parti della Garfagnana magari vicino a Castelnuovo di Garfagnana tra sabato 20 e domenica 21 potrebbe ritrovarsi faccia a faccia col sottoscritto.

So che non è un bel vedere ma visto che sono in finale nel concorso "Garfagnana in giallo" magari mi venite a trovare...

Qui di seguito il programma visto che io e Massimo Lerose, per di più, domenica sarem a teatro. Tu pensa...

Domenica 21 novembre

Ore 14 Presso la sala “Suffredini” ex Archivio “Delitto a teatro”: letture dello scrittore Massimo Lerose (Prospettiva) e del giornalista Damiano Celestini.

Ore 14,30 Visione di corti cinematografici dedicati al mondo del giallo di AperitivoCorto.Ore 15 Presentazione del saggio “La porta sul giallo” di Enrico Lucerie Sabina Marchesi.

Ore 16 Premiazione del concorso le
tterario “Garfagnana in Giallo”. Finalisti dell’edizione 2010: Andrea Nacci – Fabio Mundadori – Daniele Torquati – Emanuele Venditti – Iacopo Riani – Giovanna Gemignani – Marco Gavazzi – Normanna Albertini – Massimo Lerose – Damiano Celestini – Antonella Pellegrinotti – Alessandro Marchetti Guasparini.Saranno presenti il sindaco Gaddo Gaddi, l’assessore alla culturaAngiolo Masotti, alla scuola Elena Picchetti, il presidente del consiglio comunale Luca Biagioni, Emilio Bertoncini di InGarfagnana.com e la giuria formata da Enrico Luceri, Sabina Marchesi, Andrea Giannasi eBarbara Coli.

Ore 17 Buffet del crimine a cura dell’Antica Pasticceria di Massimiliano e Federica.

Ore 18 Chiusura del secondo Garfagnana in Giallo e presentazione del bando del concorso 2011.


E se proprio ve lo foste perso vi rammento che qualche settimana fa un mio racconto è arrivato secondo al Terracina Book Festival. Con tanto di motivazione e spumante....





di Andrea Benedetti Michelangeli


I campeones del mundo sono loro e infatti a Madrid, Barcellona e in tutta la penisola iberica si festeggia ininterrottamente dall’altra sera. Giusto così. Ma i tifosi in giallo e rosso rischiano un brutto risveglio. Non sanno, infatti, che il vero trionfatore di Sudafrica 2010 è un italiano. Ma come, vi chiederete: gli azzurri di Lippi, e il ct su tutti, sono reduci dalla peggior performance della storia pallonara del Belpaese, il povero Capello, mister dell’Inghilterra, è stato maltrattato dalla Germania, l’inguardabile arbitro Rosetti, coadiuvato dai suoi assistenti, si è macchiato di uno degli errori più clamorosi della kermesse, e allora che c’è da salvare della spedizione italiana? Come chi? Paolo il polpo, naturalmente.

Già, perché i tedeschi - gente quadrata, operosa ma priva di grande inventiva – alfine hanno rivelato la verità. Il celebrato Paul, il cefalopode che non ha sbagliato neppure uno dei pronostici (compreso, hailoro, quello della sfida tra Germania e Spagna in semifinale) che gli sono stati chiesti, è infatti italianissimo. Di più, un toscanaccio senza… peli sui tentacoli, come hanno dimostrato le previsioni. Paoletto se ne stava tranquillo nelle cristalline acque dell’arcipelago toscano, più precisamente all’Isola d’Elba, quando nella scorsa primavera quella che è poi diventata la sua istruttrice, tale Verena Bartsch, lo ha catturato. Non per fargli del male, per carità, ma passare dai fondali ancora integri del mare nostrum a un acquario di Berlino, ne passa. Il fatto è che i tedeschi ormai hanno la mania di naturalizzare tutti: dai giocatori di calcio ai cefalopodi, passando per tutto quello che c’è in mezzo (c’è addirittura chi rivela che ormai in paradiso l’ispettore Derrik e sfruttato al massimo il suo successore Siska, la tv di Bonn stia pensando di dare la cittadinanza al commissario Montalbano, ribattezzandolo naturalmente Montalbanen e affibbiandogli l’intercalre Montalbanen ich…). Fatto sta che Paoletto-Paul ha fatto di necessità virtù e scoperte le sue doti divinatorie ha snocciolato i suoi pronostici con competenza e precisione assolute, diventando via via il vero protagonista della rassegna, più ancora delle squadre, delle vuvuzelas e persino di Maradona. Un must, insomma.

Ora però il Mondiale è finito e il futuro del re dei polpi appare incerto. Tre le principali prospettive che sembrano attenderlo. La prima e forse quella da lui preferita: trasferirsi in Spagna dove sarebbe accolto come un eroe nazionale e dove sia re Juan Carlos che il premier Zapatero gli hanno promesso un vitalizio e una lussuosa casa a Barceloneta accanto a quella di Iniesta. Ovviamente giurando che mai Paulo finirebbe come ingrediente in una paella (però non si sa mai). La seconda: restare in Germania rispettato, ma guardato un po’ di sbieco per quel pronostico, sincero sì ma doloroso, che è costato ai bianchi di Loew la finalissima. Anche i tedeschi hanno giurato lunga vita al polpo più celebre del mondo, ma considerato il loro passato guerrafondaio e una certa durezza di carattere innata, nessuno potrebbe garantire a Paul di non finire arrostito (in tal caso, si consenta la licenza, il rischio sarebbe di passare dalla… paella alla brace). La terza: tornare in Italia. Non però nelle amate acque della Toscana, bensì alla corte di Silvio Berlusconi, che saputa la sua infallibilità per i pronostici, sta meditando di trasformarlo nel suo nuovo sondaggista di fiducia, confezionandogli un acquario a cinque stelle nel parco di Villa Certosa con tanto di compagna-polpa già scelta. Da lui, naturalmente. Chi conosce bene Paoletto, però, riferisce che questa per lui sarebbe la soluzione meno gradita. Chissà perché…


GERMANIA - SPAGNA 0-1

"Ma tu guarda questo..." blatero da solo sul divano mentre la gatta m'osserva come se fossi impazzito. Puyol ha appena segnato l'1-0 contro la Germania saltando un qualcosa come 15 metri e andando ad insaccare la porta germanica. Dopo un primo tempo d'una noia mortale, dopo che sei stato lì ad aspettare che uno dei fenomeni di questo mondiale segni una rete degna di una semifinale iridata chi ti segna? La Spagna. Si ma su azione? No, su calcio d'angolo. Vabé almeno con Villa... Macché con un difensore.

Però tutto sommato è giusto così perché la Germania, che pure è stata una delle formazioni più belle da vedere del Mondiale, ha steccato la partita fondamentale....

"Beh, sono contento perché comunque vada vince una squadra che non ha mai vinto la Coppa", dice my father.

Vero, ma se vince l'Olanda son più contento...



OLANDA - URUGUAY 3-2

Bip biiiip. Bip biiip. Sms. Leggo. "Il culo interista non conosce limiti". Marco me lo commenta così il 2-1 dell'Olanda firmato Sneijder. E in effetti guardo il replay e vedo questo pallone che colpisce un polpaccio e finisce nell'angolino... Non ha tutti i torti, Marco. Però guardo e riguardo questa macchia arancione in campo e penso che anche se non è proprio il calcio totale di qualche tempo fa è comunque efficace. E un po', ve lo dico, mi dispiace perché a me l'Uruguay sta simpatico. Mi sta simpatico Forlan, pure se la celeste ha buttato fuori il Ghana che forse non se lo meritava ma ha trovato la stoppata da Nba sulla porta di Suarez e quindi... Forlan, bravo Forlan. Che tiro Forlan. E che tiro Van Bronckhorst, che "se ci riprova n'artra vorta mica ce ripija sa'" dice un vecchietto al bar sotto casa mia....

Ma c'è pure Robben che a vederlo per strada mica lo diresti che è un calciatore, e soprattutto un calciatore forte che sta lì ad un passo dalla coppa del Mondo. Se lo incontri diresti al massimo che è un impiegato. E non si offendano gli impiegati. E non s'offenda Robben...

Sarà però è bello e tutto sommato mica mi dispiace che sti arancioni vadano in finale. E magari la vincono, la finale.

Magari.

ARGENTINA - GERMANIA 0-4

"So come battere l'Argentina". Sosteneva qualche giorno fa Loew. Qualcuno lo aveva preso sul serio se non altro per la forza della Germania, qualcun'altro ridacchiava perché quella frase lì detta da uno che sembra uscito da un catalogo della Vestro per under 50 non dava grandi sicurezze. Invece aveva ragione, frengetta-Loew, e la Germania dei ragazzini meticci e naturalizzati ha schiantato quella che sembrava una formazione destinata ad arrivare per lo meno in finale. Uno, due, tre, quattro. E Klose che segna come un panzer e salta pure come faceva un tempo. E non c'è tango, non c'è Argentina e Messi che tengano. Maradona te lo guardi e riguardi in panchina vestito da prima comunione che nemmeno bacia più il rosario. Sotto 4-0, altro che miracolo...

SPAGNA - PARAGUAY 1-0

Due rigori sbagliati e vabè... Se non altro si deve constatare che Villa si trova nella condizione tipica della carriera di un giocatore nella quale se un pallone gli sbatte per sbaglio addosso al deretano finisce in rete.

URUGUAY - GHANA 5-3 (DCR)

Neanche Dario Argento avrebbe potuto scrivere un finale più horror per il Ghana. Un rigore al 120' tirato da uno come Asamoah Gyan i rigori li ha sempre tirati e li ha sempre segnati, tra l'altro. Io ho provato a immaginarmi nei suoi panni. Se lì sugli undici metri con davanti il pallone che potrebbe farti diventare il più importante giocatore africano della storia del continente nero e che potrebbe portare il tuo paese tra le prime quattro formazioni più forti del Mondo. Respiri, parti, traversa. Horror, per l'appunto.

BRASILE - OLANDA 1-2

La dico? Non la dico. La dico: Brasile, finale MELOdrammatico. E lo so è stato più forte di me. Dopo il primo tempo dici, questi vincono. Invece l'Olanda rientra convinta e segna, anzi segna Melo e Julio Cesar che va a farfalle. E sull'1-1 crollano i pentacampioni incapaci di concepire un pareggio in un quarto di finale mondiale. E Melo è, sarà e rimarrà totalmente incapace di giocare a livelli superiori alla serie C.
Vi propongo un ideuccia niente male: leggere notizie sui Mondiali girovagando per il Mondo, anche se in senso figurato...

Would you like to read news about Fifa World Cup 2010 travelling around the World?



Visualizza Notizie Mondiali dal Mondo in una mappa di dimensioni maggiori
Diciamo che questa è l'ultima tappa della mia esperienza da pseudoscrittore a Torino. Più che altro si tratta di un viaggio fotografico in una città che non avevo mai visto prima. E devo dire che l'ho apprezzata, Torino. Anche se il tempo non è che sia il migliore, a Torino. Passeggiando per il centro sembra quasi di addentrarsi nell'altro secolo, che in fondo è stato anche il nostro.

Se non fossi sicuro di trovarti nel 2010 ti aspetteresti di trovare dietro l'angolo Vittorio Emanuele in corteo d'onore con tanto di carrozza... Perché Torino è anche questo: vedere magari un Mc Donald con l'insegna di legno. Valli a capire 'sti torinesi.

Ciò non toglie che il fascino di questa città ti avvolge in ogni momento e per rendersene conto basterebbe anche solo farsi una passeggiata di sera per piazza San Carlo. Io l'ho fatto e vi riporto, o almeno ci provo, quel che ho visto in queste foto.



OLANDA - SLOVACCHIA 2-1

Tralasciando il fatto che avremmo potuto esserci noi. Tralasciando il fatto che "meno male che non c'eravamo noi sennò sai le pizze che prendevamo" come ho udito alla Coop, è andato tutto secondo copione.

BRASILE - CILE 3-0

Ci ho creduto. Per i primi dieci minuti c'ho creduto. Non me ne vergogno... Il pensiero che questo gruppetto di cileni potesse fare lo sgambetto al Brasile meno carioca della storia del Brasile carioca mi solleticava e non poco. Però sempre brasiliani sono, ergo...

SPAGNA - PORTOGALLO 1-0

Non sapevo chi delle due mi stesse maggiormente sui maroni. Alla fine speravo uscissero entrambe ma mi dicono non sia possibile. Sono strani questi della Fifa... Vanno avanti gli spagnoli. E Cristiano Ronaldo torna a casa. Tiè.

PARAGUAY - GIAPPONE 5-3 (DCR)

Avremmo potuto esserci noi. E meno male che non c'eravamo perché il Giappone era molto più forte della Nuova Zelanda...

HOLLAND - SLOVAKIA 2-1

We could have played that match but watching Holland team I think that we avoided an embarrassing end.

BRAZIL - CHILE 3-0

I believed. For the first ten minutes I believed. I'm not embarrassed. I thought that a little chilian team could scare the less carioca Brazil in the whole carioca Brazil national team history. I was wrong. Unfortunately.

SPAIN - PORTUGAL 1-0
I didn't know which team I liked less. I hoped that both teams went out but Fifa guys said me that it is impossible. Strange guys... Spanish passed and Cristiano Ronaldo went on home. Olè.

PARAGUAY - JAPAN 1-0
We could have been there but I was better beacouse Japan is better than New Zealand...


GERMANIA – INGHILTERRA 4-1

Qualcuno mi sa dire dove fossero i difensori dell’Inghilterra ieri? No, perché io li ho cercati ma mica li ho trovati. Mi sembra di aver visto quattro tizi vestiti di rosso davanti al portiere ma non potevano essere loro… Si, lo so. Il secondo gol era dentro di 15 chilometri, ma lo sapete che Blatter è fatto così la tecnologica non la ama. Altrimenti come fa a giustificare le bestialità che combina in Fifa eh? Anche voi, un po’ di comprensione. E poi, a dirla tutta, s’è pareggiato un conto in sospeso dalla finale del 1966… La vita, come vedete, è più ironica di quanto si pensi. Io, poi, non vorrei apparire antipatico ma alla fine la Germania ha vinto meritatamente. Vero Fabio?

ARGENTINA – MESSICO 3-1

Fuorigioco o non fuorigioco?. L’Argentina è forte. Mooooolto forte. E il Messico, forse, avrebbe avuto una reazione diversa se non fosse arrivato il gol-fantasma di Tevez. Ma chi mi sa dire i chilometri orari a cui viaggiava il pallone al terzo gol???????

GERMANYENGLAND 4-1

Could somebody tell me where were England’s defenders yesterday? I looked for them but I didn’t find them… I think I have seen four red-dressed guys ahead of the goalkeeper but I can’t believe they were… Yes, I know. In the second goal the ball was over the line about 15 km but you know Blatter doesn’t like technology… Otherwise how can he justify the enormous mistakes “made in Fifa”? Come on guys, try to understand him! And then Germany equalized what happened in the 1966 World Cup final. The life is more ironic than you think… In the end I wouldn’t seem you unpleasant but Germany deservedly won. What do you think, Fabio?

ARGENTINAMEXICO 3-1

Offside or not offside? Off side. But Argentina is one of the best team I’ve seen in this 2010 World Cup. Maybe Mexico could have reacted in a different way without Carlos Tevez’s ghost-goal. Can somebody tell me how many fast went the ball in the third goal?





URUGUAY - COREA DEL SUD 2-1

Ok lo ammetto, mi sto fomentando. L'Uruguay di Oscarito Tabarez m'aggrada e parecchio anche. Anche perché io mica l'ho dimenticata la serataccia del 2002 quando ci mandarono a casa i coreani... E poi diciamoci la verità, l'Uruguay gioca bene ed è una delle poche formazioni a cui ho visto giocare un calcio decente. E Forlan va e pure Suarez (meno male che non segnava in nazionale...). Saranno contenti Ruben Sosa (cacchio, Ruben Sosa) e Fonseca...


GHANA - USA 2-1

Forza Stelle Nere!!!! Mi sono rivisto la partita perché non ci credevo mica che gli Usa (notoriamente dotati di notevole posteriore fortunoso) fossero tornati a casa contro un'africana. E invece si, perché il Ghana gioca molto bene a parte le amnesie difensive (vedi rigore). E c'è Asamoah... E sono quarti di finale....

URUGUAY - SOUTH KOREA 2-1

Ok I admit it. I'm very happy. I like Uruguay very much. Because I've never forgotten what happened in the 2002, when South Korea sent Italy at home... And then Uruguay is playing a good soccer and it is one of the few teams which are doing it. I like Forlan and Suarez (didn't someone say that he didn't score in National team?) too. Ruben Sosa (wow, Ruben Sosa) and Fonseca will be very happy...

GHANA - USA 2-1

Come on Black Stars!!!! I had to watch the match again because I didn't believe that Usa (notoriously very luky...) could go on home against an African team. Instead it happened, because Ghana plays very well but the defensive mistake (have you seen the penalty???). And there is Asamoah... And they are at the quarter- final...

BRASILE - PORTOGALLO 0 - 0

1. Che altre squadre non ci accusino più di scarsa sportività dopo il biscotto tra queste due.
2. Propongo, inoltre, che all'arbitro sia consentito sospendere la partita per "sopraggiunta" rottura di palle.

COSTA D'AVORIO - COREA DEL NORD 3-0

A me Drogba e compagni agli ottavi non sarebbero dispiaciuti... E a questo punto credo che in Corea del Nord nessuno dei giocatori avrà vita facile...

CILE - SPAGNA 1-2

La partita in parte ti diverte perché te la vedi alla house of rock di Marco e Linda è c'è pure Alessandro e un gatto. Poi Bravo, non l'aggettivo ma il cognome del portiere del Cile, va a farfalle nemmeno fosse Jorge Campos del Messico (ve lo ricordate Campos del Messico?). Ad un tratto, però, parte il biscotto pure qui. Che due maroni.

SVIZZERA - HONDURAS 0-0

Se vedi la Svizzera che gioca in contropiede e con due soli difensori a coprire. Stati assistendo ad un evento la cui rarità è pari solo al passaggio della Cometa di Halley.

Brazil - Portugal 0-0

1. Don't other teams accuse us of little sportsmanship after the “biscuit” between Brazil and Portugal.

2. Besides, I propose that the referee is allowed to suspend the game for ballbusting...


Ivory coast - Nort Korea 3-0


I would have liked to see Drogba&co. in the second round match... And now I think that none of the North Korea players will have easy life...


Chile - Spain 1-2


Part of the match it was good because you see it at Marco and Linda's house of rock. And there are also Alessandro and a cat. Then Bravo, the goalkeeper of Chile national team, go out of his area without an understandable reason like Mexican goalkeeper Jorge Campos (do you remember Campos?). Suddenly, “the biscuit” comes also here. What a bore....


Swiss - Honduras 0-0


If you see Swiss playing counter-attack and with two only defenders back, it means that you are assisting to an rare event as mach as the Halley's comet.


SLOVACCHIA - ITALIA 3-2

"Io ci vorrei parlare a quattr'occhi con Lippi. Dico sul serio. Perché mi piacerebbe capire cosa avesse in questi mesi per la testa". A questo pensi mentre un treno ti riporta a casa da Roma dove hai dovuto assistere ad una delle figure peggiori della storia della nazionale azzurra. Ultimi in un girone ridicolo. E il primo che dice che il girone era complicato, giuro lo querelo. E tu hai subìto un esame all'università di mattina e c'è Alice che ne ha uno messo vergognosamente a ridosso della partita. E ti attrezzi sequestrando il cellulare della tua ragazza che ha la radio. E ascolti. Inni, formazioni. Formazioni... Tu chiamale, se vuoi, formazioni... E sei nella metro tra un crishhs e un frusshhhshshs che non ti fanno capire molto.

Attenzione frishshshshshshsshshsh gol frisshshshshshshsh 'Acchia.... frishhhhshshshshshs uno a zero ....

E ti si gela il sangue e ti scappa un'imprecazione. "Damiano che è successo?" dice Alice. "Porc..ç°§$%£ ha segnato la Slovacchia". E c'è una metro intera che si gira perché non ci crede con una che ti fa "Ma davero ha segnato 'a Slovakkia? Ma che stai fori?" No. E' tutto vero.

Arrivi a Termini con la cacchio di radio che torna ad essere senza crish e frish. Trovi pure un televisore. Ma la Slovacchia fa 2-0 e ti scopri a pronunciare le stesse parolacce di uno che non hai mai visto. Un coro in perfetta sincronia. Poi pali,, gol sulla riga, Pirlo, Quagliarella (ma quando cazzo lo metti a Quagliarella!? Strilla uno). E Di Natale che ride, forse riso isterico ma ride e non dovrebbe ridere perché hai il dieci sulle spalle. Capito? Il dieci e non dovresti averlo perché non lo meriti.

E noi meritiamo di tornarcene a casa.
PARAGUAY - NUOVA ZELANDA 0-0

Matupensa.

CAMERUN - OLANDA 1-2

Insipido.

DANIMARCA - GIAPPONE 1-3

A parte Nakata (cacchio, Nakata...) non ricordavo che i giapponesi sapessero tirare le punizioni... Ma tant'è.
SLOVENIA - INGHILTERRA 0-1

Lo si potrebbe pure ammettere che gli inglesi, quando se lo ricordano, a calcio ci sanno giocare. Però stai lì, sembra che la Slovenia stia per subire la goleada e invece nada. Un solo gol, quanto basta per evitar figure di poo...

USA - ALGERIA 1-0

'Sti americani c'hanno un c....

AUSTRALIA - SERBIA 2-1

Chiuso per incredulità.

GHANA - GERMANIA 0-1

Che poi questa storia dei fratelli-coltelli Boateng sarebbe ottima per un film. Tipo "Due fratelli nel pallone". Ok, sto zitto. Ma sono contento per il Ghana.
FRANCIA - SUDAFRICA 1-2

Che poi un po' mi dispiace. Dico, per Domenech. Perché in fondo con lui avevi sempre qualcuno con cui prendertela. Una specie di sacco da boxe. Ti cazziano al lavoro? Torni a casa e sbraiti con Domenech. T'ha lasciato la fidanzata? Urli contro Domenech... Era terapeutico. E fino alla fine ha recitato il ruolo di pirla più pirla dell'universo. Merita rispetto. Credetemi.

MESSICO - URUGUAY 0-1

Ok, lo dico prima, se l'Uruguay vince il Mondiale mi trasferisco a Montevideo.

GRECIA - ARGENTINA 0-2

Ma quando segna Messi???? Comunque Maradona se la gode in quel vestito elegante (l'ho già detto che è orrendo? Si? Ah, vabé...) e fa bene anche se, sia ben chiaro, solo i greci potevano prendere gol da Demichelis che, pippa è e pippa rimane.

NIGERIA - COREA DEL SUD 2-2

Se magari qualcuno spiega alla Nigeria che se crei le occasioni da gol le devi pure concretizzare....
PORTOGALLO - COREA DEL NORD 7-0

Dopo il 2-1 col Brasile ne sono spariti quattro nella Corea del Nord... E non aggiungo altro.

CILE - SVIZZERA 1-0

Cileni che corrono. Cileni che creano ma non concretizzano. Svizzeri che incassano...

SPAGNA - HONDURAS 2-0

Se non vincevano questa gli spagnoli nella penisola iberica rispolveravano la garrota...

ITALIA - NUOVA ZELANDA 1-1

Non venitemi a dire che "il calcio è così". Non osate dirmi che "la Nuova Zelanda in fondo ha chiuso gli spazi ed era difficile passare". Non provate nemmeno a nominare la parola "sfortuna". Abbiamo assistito ad uno degli scempi maggiori della storia del calcio italiano e mondiale. Non esiste, non può esistere, che una nazionale per di più campione del mondo uscente pareggi contro una formazione di mezzi professionisti il cui migliore attaccante (Smeltz) gioca in Australia in una formazione che si chiama Golden Coast. Qui la storiella della "palla che è rotonda" non c'entra un fico secco. Non abbiamo espresso un minimo di gioco. Nella vigilia s'era detto che contro una squadra alta in media 1,90 i cross alti erano fuori discussione e per 90' abbiamo giocato con i cross alti. Abbiamo pareggiato, oltretutto, grazie ad un rigore che nel calcio si dà e non si dà. Questo è il giorno delle critiche anche se il ct Marcello Lippi sembra aver perso ogni rimasuglio di umiltà.

Al termine di una partita così il minimo sarebbe stato andare di fronte alle telecamere e dire "ragazzi, scusate abbiamo giocato di merda. Cerchiamo di farci perdonare contro la Slovacchia" e poi via dalla sala stampa in ginocchio e a testa bassa.

Invece no. Il fatto di aver vinto un mondiale non esime nessuno dal prendersi delle responsabilità. Soprattutto a quattro anni di distanza . Ogni partita è una storia a sé, se l'azzecchi sei bravo se non l'azzecchi per colpe tue ti prendi le critiche. Il calcio è così perché la VITA è così. E non basta avere addosso una tuta della nazionale per sfuggire a tutto questo. Se l'Italia comincerà ad andare meglio (e lo spero di cuore anche perché peggio di così non si può) Lippi si riprenderà giustamente i meriti. Ma, come ho detto, ogni partita è una storia a sé.

E quella di ieri ci ha fatto vergognare.

MARCHETTI sv: ingiudicabile. Forse sul gol avrebbe potuto stringere un po' ma non si può fargliene una colpa.
CANNAVARO 5: commette errori che non dovrebbe commettere. Stavolta è impalpabile. L'età avanza. E sul gol si perde l'uomo per strada.
CHIELLINI 5,5: si prende a sportellate per tutta la partita con il corazziere neozelandese ha un'occasione d'oro sotto porta ma la manda in fallo laterale. E' una delle occasioni più ghiotte. Pensa tu.
CRISCITO 5: compitino scialbo.
ZAMBROTTA 6,5: avrà pure quattro anni in più ma un po' di buona volontà ce la mette. Sulla destra è sempre presente e mette convinzione su ogni pallone.
MONTOLIVO 7: non è Pirlo, nel senso che non ha forse i "giri giusti" per calibrare l'assist. Però ci prova almeno a tirare da fuori e un palo e una parata gli negano il gol.
DE ROSSI 6,5: in un modo o nell'altro se siamo in corsa ancora lo dobbiamo a lui. E' spesso impreciso all'inizio sui passaggi però al centro è una sicurezza.
PEPE 6: se Lippi lo ha sostituito perché "non ha fatto quello che gli avevo chiesto" allora pensa se l'avesse fatto... Spinge corre come un pazzo e francamente non meritava la sostituzione.
MARCHISIO 4,5: se ha giocato non me ne sono accorto.
GILARDINO 4: una partita e mezza senza sfiorare un pallone. Indecoroso.
IAQUINTA 6: cerca di fare qualcosa, ci prova ma è troppo poco.
CAMORANESI 3: indisponente, irritante, inguardabile, svogliato, vergognoso, indecente, incomprensibile il suo ingresso in campo per la seconda volta in due partite.
DI NATALE 5: sa giocare solo nel suo ruolo e se lo metti ala sinistra non puoi aspettarti che faccia miracoli. Ma per favore ditegli di smettere di fare colpi di tacco a centrocampo che tanto non gli riescono. E' appurato.
PAZZINI sv: mai visto da quando entrato.

LIPPI 4,5: non ne ha azzeccata una stavolta.
OLANDA - GIAPPONE 1-0

Cioè, non è che m'abbia entusiasmato...

GHANA - AUSTRALIA 1-1

Uff.... sbuff.... argh...

CAMERUN - DANIMARCA 1-2

Eto dov'è? Ah eccolo segna, però è tardi. I danesi che non digerisco, sia i biscotti che la nazionale per colpa del biscotto con la Svezia agli Europei, continuano a far bene.

SLOVACCHIA - PARAGUAY 0-2

Hai capito 'sto Paraguay....

BRASILE - COSTA D'AVORIO 3-1

Finalmente un po' di gol e un po' di attaccanti samba.

GERMANIA - SERBIA 1-0

Un sociologo di Pamplona. Che poi uno si guarda intorno e poi osserva la tv e si riguarda intorno perché cerca una risposta. Che cavolo ci fa Alberto Undiano un sociologo di Pamplona in campo ad un Mondiale? Che domande: arbitra. E mica lo fa tanto bene e la Germania perde Klose al 38' per doppia ammonizione. E la Serbia che fa? Che domande, se la gioca e segna. Solo che poi 'sti tedeschi col sociologo un po' ce l'hanno. Lui lo capisce e infatti gli dà un rigore che c'era perché nella Serbia hanno il vizio di stoppare i palloni in area con la mano. Valli a capire 'sti serbi... Podolski, però, che fa? Non se lo fa parare da Stojkovic? Anzi no, Stojkovic non ti fa una paratona sul rigore di Podolski? O è il contrario? Vabé...

SLOVENIA - STATI UNITI 2-2

Nel basket se ne danno sempre di santa ragione ma in genere vincono quelli con le stelle e con le strisce. Stavolta, però, gli sloveni non ti vanno sul 2-0? Dici "è finita, vado a cercare i coreani spariti così riempo il pomeriggio". Macché, gli Stati Uniti sono testardi la Slovenia va a farfalle ed è pareggio... Matupensa.

INGHILTERRA - ALGERIA 0-0

O_O! Come il risultato.




HONDURAS - CILE 0-1

"Red hot Chile peppers" si legge sulle tribune. E a vedere questa squadra a dir la verità ti viene in mente che questi giocatori il peperoncino ce l'abbiano proprio lì dove uno che vuole vincere ce lo dovrebbe avere. Gioca bene, il Cile. Certo davanti ha l'Honduras che mica è il Brasile e la gente conosce l'Honduras perché c'è stata "L'Isola dei Famosi", noialtri perché ci gioca Suazo. Però la rojas imposta, crea, palleggia e crea circa 160 palle gol. Ne fa una sola, vabé, però almeno hai visto una bella partita Finalmente.

SPAGNA - SVIZZERA 0 -1

Vedi i primi 15 minuti e dici: "La Spagna non butta un pallone. Sono impressionanti". Solo che il gioco ticchi-tacchi mica funziona sempre. Perché a calcio, che strano, si vince se tiri in porta o la butti dentro e non se hai il 98% di possesso palla. Agli svizzeri, invece, non gliene importa una ramazza di essere neutrali e difendono, distribuiscono qualche sana bastonata e poi con "uno svizzero ricoperto di cioccolato" come lo definisce Marco via sms non ti vanno a segnare nel secondo tempo? E tu sei lì che ti carichi perché è come se tifassi per gli indiani contro i cowboy. Perché lo sai che i cowboy sono sempre favoriti ma ogni tanto anche gli indiani qualche colpo lo mettono a segno. Appunto.

SUDAFRICA - URUGUAY 0 -3

Tshabalala non è più happy. Forlan è mica male ma il rigore, secondo me, non c'era. Stavolta vincono i cowboy.

ARGENTINA - COREA DEL SUD 4-1

Lo chiedo per favore. Vi prego, cari capi di Sky quando gioca l'Argentina mettete una telecamera solo su Messi perché da solo vale la pena. Higuain ringrazia e ne insacca tre con un autogol dei coreani. Il che fa dimenticare la debacle di De Michelis (che pippa è e pippa rimane). E l'Argentina gioca e ti diverti mentre la Corea del Sud che ci può fare? Son più forti.

GRECIA - NIGERIA 2-1

No, la Grecia agli ottavi speriamo proprio di no.

FRANCIA - MESSICO 0-2

Sono le 22.30 circa, minuto più minuto meno. Sei lì davanti al libro di un esame che non puoi evitare. E non puoi vedere la partita della Francia. E vorresti perché te lo senti che potresti rivivere la goduria indescrivibile che solo la faccia di Domenech dopo una bastonata ti può dare. E aspetti che qualcuno di faccia sapere. Ti-ti ti-ti. Sms: "Què viva Mexico!" Capisci. "No, non è possibile". Chiudi il libro e cerchi dopo un po' la replica. La vedi, la gusti, vedi un Messico che corre e gioca mica male. E c'è pure un Hernandez che tra i messicani non manca mai ma c'è pure Blanco che è lo stesso da tre mondiali. Segna pure, Blanco. Chiude il match, Blanco. Adieu le bleus, a la maison. Oh oui, c'est la vie.


NUOVA ZELANDA - SLOVACCHIA 1-1

?

Oddio.

Non era calcio, vero?

COSTA D'AVORIO - PORTOGALLO 0-0

Drogba - Cristiano Ronaldo. Un minimo di gioco ci dovrà essere. L'atmosfera è allegra e gli ivoriani hanno una divisa figa che più figa non si può. Bell'arancione, d'una tonalità diversa rispetto all'Olanda. Mentre rifletti sulle gradazioni invece di guardare i Mondiali ti accorgi che sono passati circa venti minuti dal primo tempio e a parte un palo di Ronaldo che ancora sta tremando non è che il bel gioco si veda. Ma i portoghesi, una volta, non avevano tutti questi tocchetti e passaggetti che per lo meno facevano trascorrere il tempo e ti facevano intuire che una trama di gioco c'era. Ma ormai cominci a rassegnarti che il calcio, ai Mondiali di calcio, forse non lo vedrai. Forse. Si chiude il match e sul cellulare ti arriva il seguente sms di Marco: "Questa pareva decente, ma dopo dieci minuti si è tornati al solito randella e spazza. Che palle infinite". Lo stimo.

BRASILE - COREA DEL NORD 2 - 1

"C'è Dunga quindi lo sai che non vedrai mai il Brasile brasiliano". Mi dicono. Già, però ci credi come a Babbo Natale. Cioè lo sai che Babbo Natale non esiste, però la notte della vigilia ti piace pensare che vedrai un ciccione vestito di rosso lasciare doni sotto l'albero. E così ti piace pensare che i verdeoro stritoleranno la tirannia nord coreana. Solo che quando ci sono gli inni vedi Tae Se, il Rooney asiatico (ma per favore...), che piange e capisci che "per i brasiliani stasera son c...zi". E i rossi corrono e si difendono in 20 tipo piramide umana davanti alla porta. E Kakà non è Kakà. E il primo tempo è 0-0 e t'immagini che a Pyongyang sia partita la fiesta. Dopo connetti che stanno in Corea del Nord e non si divertono mai: per definizione. E nel secondo tempo il Brasile fabbrica-attaccanti segna con un terzino che fa un gol incredibile. E poi raddoppiano. I rossi (in tutti i sensi) corrono come disgraziati e alla fine lo fanno il golletto ai pentacampioni. Forse in Corea fanno festa, ma anche no. Non si divertono mai: per definizione. E ho paura che anche noi a questo mondiale ci divertiremo poco poco.



OLANDA - DANIMARCA 2-0



Divano, tv. "Ecco arriva il bel gioco" dici. Ne se quasi sicuro. Per forza c'è l'Olanda calcio totale, arancioni, si fanno le canne, amore libero ecc... Si divertono questi, pure sul campo. E poi hanno una squadra di fenomeni: Sneijder su tutti. "Porca miseria questi si che adesso ti fanno divertire". E poi dall'altra parte ci sono i danesi. E ti stanno antipatici i danesi perché mica lo hai digerito il "biscotto" con la Svezia agli Europei di qualche anno fa. E poi, se ci pensi, i danesi cosa vuoi che facevano se non i biscotti? "Vabé però adesso ci divertiamo" dicevi. E invece nada. La Danimarca difende mica male, l'Olanda gioca mica bene a parte quando Elia che tutte le speranze della Danimarca si porta via. O meglio c'è un autogol e un palo e un altro gol...



GIAPPONE - CAMERUN 1- 0



Una sola domanda: ma ai Mondiali di calcio le squadre non dovrebbero giocare a calcio? Così, per dire.



ITALIA - PARAGUAY 1-1



E' ora, dobbiamo vincere. Abbiamo un girone facile. "Il Paraguay? Ma figurati se quelli sanno giocare a pallone! Gli abbiamo mandato Cesare Maldini oh!" E infatti questi non giocano a pallone. Tirano ramazzate per tutto il campo mentre tu guardi gli azzurri evitando di bestemmiare in aramaico per la formazione (cioè Marchisio trequartista? Allora mettiamo Buffon ala e abbiamo fatto). Però tutto sommato il campo lo tieni, lo tieni, ma non segni nemmeno se t'ammazzi. E al 39' spunta un Alcaraz qualsiasi che insacca l'unica palla in area italiana. Pessimismo e fastidio. Al secondo tempo continua il diluvio universale e ti dicono "oh, è entrato Marchetti al posto di Buffon" e ti chiedi: 1) che ha fatto Buffon; 2) ma chi cazz'è Marchetti?!

E tremi perché lo sai che se sei azzurro tanto devi soffrire. Ma Pepe corre, pure troppo, e non c'è fantasia e Gila non ne prende una nemmeno se lo pagano. Ma alla fine passi grazie a De Rossi. E poi entra Di Natale (col 10 sic! sob!) e Camoranesi (oddio...). E tieni palla per 88' nemmeno fossi il Portogallo di una volta. E come il Portogalli di una volta non segni neanche se ti paga Gilardino. E ti accontenti, perché c'è la Nuova Zelanda. E fissi la tv e ti chiedi: ma dov'è la qualità???

ALGERIA - SLOVENIA 0-1

Mi sono detto "qualcosa su 'sta partita la devi scrivere, hai voluto la bicicletta e adesso pedali". Bene mettiamola così: credo che ieri Egitto e Russia (rispettivamente eliminate nelle qualificazioni da Algeria e Slovenia) si siano riunite per una maratona Tafazi con martellate lì dove non batte il sol.. Partita inguardabile decisa da una paperata invereconda dal portiere algerino dal cognome/starnuto Chauchi. Salute...

SERBIA - GHANA 0-1

C'è Stankovic che gioca il terzo mondiale con una nazionale diversa, che poi alla fine è sempre la stessa... Jugoslavia, Serbia-Montenegro, Serbia. Valla a capire la geopolitica applicata al calcio. Comunque il Ghana mica gioca tanto male, forse non merita proprio di vincere mentre nel frattempo scopri che Andrew Ayew del Ghana è il figlio di Abedì Pelè (cacchio, Abedì Pelè...). Nella Serbia si cerca di capire come cavolo faccia la Juventus ha volere tanto Krasic, ma poi ti giustifichi "magari oggi non è proprio la sua giornata...". Magari. E quando tutto lascia presagire ad uno 0-0 ecco che Kuzmanovic stoppa in area un cross africano neanche fosse nella NBA. Rigore, gol di Asamoah Gyan.

GERMANIA - AUSTRALIA 4 - 0

Ho deciso cosa voglio per Natale. Voglio una difesa da devolvere poi in beneficenza all'Australia. Sto ancora cercando di capire come diavolo abbia fatto questa stessa formazione nel 2006 ad arrivare agli ottavi di finale e a farci soffrire fino al 120' ma poi rimembro che in panchina c'era Guus Hiddink. Ecco, adesso si spiega tutto. I primi tre minuti sono gli unici che i canguri giocheranno. Poi solo Germania con proiettili bianchi che sfrecciano ovunque, segnano pure con Klose (che segna solo ai Mondiali, s'intenda) e sprecano pure molto perché altrimenti la partita finirebbe tipo 8-0. Loro puntano sui giovani. Loro. Come cosa voglio insinuare? Niente, niente... Quanto alla pettinatura dell'arbitro messicano Rodriguez, beh, posso solo dire che era peggiore del suo arbitraggio. E ho detto tutto.

COREA DEL SUD - GRECIA 2-0



Tendenzialmente uno dovrebbe tifare Grecia, soprattutto se ha fatto il liceo classico. In fondo, questa lingua t'ha accompagnato per cinque anni, in più hai Aristotele sul groppone che ti guarda in cagnesco. Senza dimenticare che la Corea del Sud un po' non la sopporti perché nel 2002 liquidò l'Italia (ahi, que dolor...). Solo che ti ritrovi di fronte al televisore e c'è un esercito di nani rossi che sfrecciano ovunque. E sono tutti Park o Lee o Yong... E infatti segnano prima un Lee e poi un Park che se non avesse la fascia da capitano mica lo riconosceresti che è quello che gioca col Manchester United... Osservi sbigottito la nazionale in crisi di uno stato in crisi. Una difesa imbarazzante dove c'è un Papadopoulos (perché c'è sempre un Papadopoulos nella Grecia) e ti chiedi: ma come c..zo hanno fatto questi a vincere l'Europeo nel 2004?!



ARGENTINA - NIGERIA 1-0



I primi cinque minuti e pensi: 1 l'Argentina segna 6 gol; 2 la Nigeria è statisticamente l'unica squadra africana che non corre; 3 Maradona in giacca e cravatta è osceno; 4 ma quanto è brutto Tevez?


Al di là del fatto che in Nigeria al portiere Enyeama dovrebbero innalzare una statua, l'Argentina targata Messi ha fatto vedere quindici minuti da farti venire gli occhioni lucidi per la commozione. Messi anche se non segna vale il fatto di darsi malato al lavoro per vedere la partita in tv. Solo che poi l'Argentina si sgonfia. In attacco vedi Higuain e non ti spieghi come sia possibile che non giochi Milito. Ma tant'è. Senza contare che il gol lo segna un terzino col cognome che sembra un ordine da addestratore di cani tedesco: Heinze.



INGHILTERRA - USA 1-1



A volerne trovare di spunti per questa partita se ne rintraccerebbero un miliardo... Colonia contro Mamma Inghilterra ecc.... Certo che il fatto che la BP ultimamente abbia distrutto mezza costa americana vomitando quintali di petrolio nel mare... Fatto sta che gli inglesi di Capello partono bene con un gol di Gerrard niente male. Poi Dempsey al 40' inventa una ciappolata che il portiere (?) inglese Green lascia tranquillamente scorrere in porta candidandosi apertamente al titolo di portiere più pippa della storia del calcio britannico. Anche se Seaman aveva i suoi perché... Le telecamere di Sky volano impietose su Capello che pronuncia voltandosi qualche bestemmia in friulano...


E così è iniziato questo Mondiale. In Africa. Pensa tu. Nel continente nero (paraponzi ponzi po) ma nella nazione arcobaleno, leggasi Sudafrica.


SUDAFRICA - MESSICO 1-1


E proprio il Sudafrica ieri c'ha insegnato che entrare in campo ballando e sorridendo non è poi così male anche se, in fondo, quella è roba da cultura africana mica nostra. Ve lo immaginate Gattuso che entra ballando? Brrrrrrr brividi....


Tra una vuvuzela e l'altra il Sudafrica non ti va a segnare il primo gol del Mondiale 2010? Per di più con uno dal cognome che sembra un ritornello di una canzone di Alexia... Tshabalala. E fa pure un gran bel gol, Tshabalala. E il Messico (che ha sempre un Hernandez tra i suoi) incassa ma poi pareggia con un gol regalato dalla difesa arcobaleno. Il fuorigioco, diciamolo, non è il loro forte. E tu sei lì davanti alla tv che rimembri quando osservavi i Bafana Bafana nella coppa d'Africa del '96. E c'era Mark Fish. Minchia, Mark Fish. Uno a uno e tutti a casa compreso il palo colpito dal Sudafrica all'89'...


URUGUAY - FRANCIA 0-0


La sera, poi, aspetti quella partita. Ti scopri uruguagio anche se ad agio. Non perché ti ricordi di quando ci giocava in quella nazionale lì Daniel castoro Fonseca. Bensì perché i galli ti stanno un po' sui maroni. E godi quando Maurizio Compagnoni di Sky li accoglie sottolineando "eccoli, i vice- campioni del Mondo". Ah, che goduria. E poi c'è quel Domenech che proprio non lo digerisci. Non lo digerisce nessuno, però, giocatori compresi. E in campo si vede perché sembra la squadra della casa delle libertà by Ottavo Nano di Guzzanti. "Facciamo tutti un po' come cazzo ci pare...". E non c'è Henry. E non c'è gioco. Ed è uno 0-0 di una noia mortale.


Ps: Si, come primo Mondiale del Rompiblog parlerò di calcio. Qui non l'ho mai fatto, ma una volta ogni quattro anni non fa male, no?