DI VERONICA LARIO, SILVIO BERLUSCONI, VELINE E ALTRI CIARPAMI

/
4 Comments

Siamo una paese strano, con premier e moglie strani, una stampa strana e un popolo altrettanto strano. Per la seconda volta le prime pagine dei più importanti quotidiani italiani sono, e lo saranno per i prossimi giorni, tappezzate dai bisticci di due coniugi. Ora, le critiche di Veronica Lario saranno pure condivisibili ma il fatto che per esprimerle abbia sentito la necessità di chiamare l’Ansa francamente lascia perplessi. Una telefonatina no? Con lo You&Me c’erano anche i minuti gratis…

La reazione del mondo dell’informazione italiano dimostra ulteriormente la perversa predilezione per l’aspetto gossipparo del politico. Una sorta di realiy show, una “Casa Berlusconi”, dalla quale si evince anche che Silvio s’è perso tutti i diciottesimi compleanno dei figli. Male, non si fa…

Non che la notizia non sia rilevante o giornalisticamente gustosa, ma da qui ad aprirci in continuazione ce ne corre.

Quanto alle Veline nelle liste elettorali ci si stupisce del nulla. La politica usa personaggi dello spettacolo da sempre. Vi siete dimenticati Gabriella Carlucci? Elisabetta Gardini? Iva Zanicchi nell’Europarlamento? Milly D’Abbraccio candidata con i Socialisti a Roma (il precedente erotico c’era stato con Cicciolina…)? Vladimir Luxuria? Luca Barbareschi? Mara Carfagna? Ombretta Colli? E tanti altri. S’era parlato pure di Fabrizio Corona con Fiamma Tricolore… Il fatto di provenire dal mondo dello spettacolo, in questo non ha torto Berlusconi, non deve essere necessariamente una discriminante. Ci sono stati (tanti, ma proprio tanti…) esempi di enormi bluff ma anche di persone rivelatesi all’altezza della situazione.

Certo è che se è vero “che – come ha detto il premier – alcune hanno anche due lauree” fa pensare il fatto che una eventuale candidatura politica giunga d’improvviso, dopo aver sventolato le tette in tv senza che queste persone, magari davvero preparate, abbiano avuto l’opportunità di dimostrare sul campo quanto valgono. Anzi, se valgono o no…

Quanto alla politica che sceglie i volti famosi per colmare clamorose lacune di contenuti non spetta a me sottolinearlo.

D’altronde rimaniamo questo: il paese delle veline e dei velini, di chi li vota, di chi li presenta e degli impiccioni…

La stampa estera, intanto, ci piglia per i fondelli. Poco male, ci siamo abituati.

mercoledì 29 aprile 2009


Related Posts

4 commenti:

silvio di giorgio ha detto...

il problema non è affatto che ci siano candidati che provengono dal mondo dello spettacolo. il punto è che si stanno candidando amanti e amichette senza vergogna,tutto alla luce del sole.

Il Rompiblog (Damiano) ha detto...

Sicuramente. Anche se, tanto per ridere, mica lo so quanto regge Silvio... le amanti in teoria sono tante e per quanti aiutini medici puoi avere sempre una certa età ha....


:-)

silvio di giorgio ha detto...

che ci aiuti il viagra...

Andrew ha detto...

veronica è comunista! auahahahah ;-)