OLIMPIADI: 1972 E IL MASSACRO DI MONACO

/
1 Comments

Dopo avervi raccontato la storia di Jesse Owens, l’atleta di colore che vinse quattro medaglie d’oro alle Olimpiadi di Hitler, oggi ci soffermiamo su un’altra edizione dei Giochi rimasta nella memoria collettiva non tanto per le imprese sportive che, ci furono senza ombra di dubbio, quanto per quello che è stato definito il Massacro di Monaco (Germania) 1972. Prima di iniziare, però, vi segnalo un interessante articolo su Viaggi, cucina e io che parla di un'altra storia olimpica interessante, quella di Dorando Pietri.


IL FATTO

Sono le 4,30 del 5 settembre 1972 quando un commando di guerriglieri dell'organizzazione palestinese Settembre Nero irrompe negli alloggi israeliani del villaggio olimpico. Il commando uccide subito due atleti che tentano di opporre resistenza, e prendono in ostaggio altri nove membri della squadra olimpica di Israele. Ne nasce una lunga contrattazione con le forze di polizia tedesche che dura fino al giorno seguente. Poi la tragedia. La polizia mette in piedi un tentativo di liberazione degli ostaggi che, però, si rivela maldestro e porta alla morte di tutti gli atleti sequestrati, di cinque fedayyin e di un poliziotto tedesco.


LA TESTIMONIANZA

In questo video vi riporto una puntata della rubrica che ho curato per TeleCivitavecchia “Civitavecchia verso Pechino”. Si tratta, in sostanza, di un viaggio nella storia sportiva della mia città con tutti i protagonisti che hanno preso parte ai Giochi a cinque cerchi (e sono parecchi, ci difendiamo bene che vi credete!!!) oltre ovviamente a quelli che parteciperanno a Pechino (se vi interessano vi faccio vedere anche quelle interviste). La testimonianza che riporto in questo video è quella di Roldano Simeoni titolare della nazionale italiana di pallanuoto con tre olimpiadi alle spalle (Monaco ’72, Montreal ’76 con l’argento per il Settebello, e Mosca ’80). In più era anche a Città del Messico ’68 ma non rientrò nella squadra titolare. Nel 1972 Simeoni ha vissuto quei momenti tesi visto che nel villaggio olimpico le palazzine sono disposte in ordine alfabetico e, dunque, l’Italia era praticamente attaccata agli alloggi israeliani.



giovedì 31 luglio 2008


Related Posts

1 commento:

Andrew ha detto...

fai bene a riportate sul blog fatti e avvenimenti di molto tempo fa

Ciao Damiano