IL LATO CHIARO: POCHI SOLDI, TANTO TALENTO, OTTIMO FILM

/
5 Comments

"Molti pensano che avere talento sia una questione di fortuna; forse la fortuna è questione di talento."

Jacinto Benavente y Martínez (1866-1954), drammaturgo spagnolo.



"Il genio impara solo da se stesso, il talento soprattutto dagli altri."

Arnold Schoenberg (1874-1951), compositore austriaco.



Che cos’è il talento secondo voi? La domanda appare scontata ai più ma delineare un contorno attorno a questo concetto non è per niente facile. E’ come un cristallo: ha tante facce, legate dalla stessa radice ma tutte estremamente diverse e dotate di un fascino individuale.



Bene, in una di queste facce si nasconde ciò che ha prodotto “Il Lato Chiaro”, film in digitale totalmente scritto, prodotto e girato a Civitavecchia e di cui ho già parlato in precedenza. Per chi non fosse della mia città, vi assicuro: realizzare questa opera qui è come scalare l’Everest con le infradito ai piedi…



Fabrizio Orsomando regista, attore e sceneggiatore insieme a Christian Lucidi del film, c’è riuscito riscuotendo consensi anche a livello internazionale. “Il Lato Chiaro” in questi giorni è stato proiettato a Civitavecchia in una sala del porto. Ambiente perfetto: suggestivo, comodo, hi-tech dentro e antico fuori.


TRAMA (tratta da dal sito di Fabrizio Orsomando): Ewa (Ewa Krawczuk) è un’infermiera polacca che per lavoro incontra Stefano (Fabrizio Orsomando), ricco vedovo che gestisce i soldi di una non ben precisata finanziaria. Marco (Christian Lucidi) è il ragazzo di Ewa, attore dilettante e titolare di un’agenzia di security. Ewa comincia una relazione con Stefano, lascia Marco e sparisce insieme a 20 milioni di euro sottratti alla società per cui lavora Stefano. La finanziaria non può far trapelare la cosa, probabilmente si tratta di soldi sporchi, e per non dare nell’occhio ingaggia un giovane investigatore (Massimiliano Coppa). La storia si snoda andando avanti e indietro nel tempo e, insieme all’investigatore, lo spettatore cerca di capire. Cosa lega i personaggi tra loro? chi ha fregato chi? È la storia di una truffa… la storia di due uomini e una donna legati dalla gelosia, dall’interesse, dal sentimento, dal dubbio…


L’ho visto due volte proprio per poter essere sicuro di quello che stavo per scrivere. “Il Lato Chiaro” è stato definito un “giallo psicologico”: definizione importante ma che può anche spaventare. Niente paura: la forza di questo film sta nella sua “complessità accessibile”, con una trama mai scontata, incalzante, che consente costantemente allo spettatore di rientrare nella storia anche se, per un qualsiasi motivo, non riesce a coglierne ogni particolare. Tre personaggi le cui vite si incrociano, inizialmente, grazie ai soldi. Poi tutto cambia, “subentrano altri scopi” come dice ad un tratto l’investigatore privato (interpretato da un bravissimo e sorprendente Massimiliano Coppa), figura che ufficialmente non deve esistere ed infatti non ha nome.


Cosa succeda in realtà spetta a voi capirlo cercando di intrufolarvi nei dialoghi tra gli altri protagonisti (Fabrizio Orsomando, Ewa Krawczuk e Christian Lucidi semplicemente perfetti nei rispettivi ruoli e pensare che sono attori non professionisti), assorbendo concetti, sguardi, frasi dette e non dette. Ottime le musiche di Lorenzo Fortunati.


Questo film non ti coinvolge. Ti rapisce completamente trasportandoti nei silenzi di Ewa, nello sguardo di Marco, nel sorriso amaro di Stefano e nelle intuizioni dell’investigatore privato.

sabato 28 giugno 2008


Related Posts

5 commenti:

Iksel ha detto...

considerati convocato in eterno.

grazie mille.

petrelli Tante cose ha detto...

Certo con molto piacere :D
scambiamo i link ^^

Anonimo ha detto...

Un film bellissimo...diverso, suggestivo.
Se andate a vederlo non riuscirete a staccare gli occhi dallo schermo neanche per un attimo.
Storia enigmatica, attori bravissimi, musiche stupende.
Un lavoro veramente ottimo insomma.
Da consigliare anche per più di una visione.
Aliz

Petrelli tante cose ha detto...

Eheheeh non per fare il pignolo,ma non mi vedo linkto tra i tuoi blog ^_^

Ciaooo e tante cose

Maximilian Hunt ha detto...

sembra interessante.... grazie per la segnalazione.