MORTI BIANCHE IN UN PAESE NERO

/
3 Comments

Oggi ero in redazione, come ogni giorno, ed è arrivata una notizia. Due incidenti al cantiere per la riconversione a carbone della centrale Enel di Torre Valdaliga Nord. Niente di grave, per fortuna. Stavolta. Perchè gli incidenti sul lavoro in quel posto sono all’ordine del giorno. Altri operai hanno rischiato grosso e uno, Michele Cozzolino, ha perso la vita. E pensare che nel progetto si è fatta anche una stima delle vittime ipotetiche, sette, dunque in questo paese dell’assurdo i progettisti possono anche ritenersi soddisfatti.


Però non finisce qui. Perché nel resto d’Italia ogni giorno arriva il bollettino di guerra. Thyssenkrupp, porto di Genova, cantieri edili, addirittura una stuntman che muore inscenando un incidente per una fiction sulle morti bianche. Il peggio è che si tratta nella maggior parte dei casi di precari (oltretutto) costretti magari a lavorare a ritmi serrati per terminare prima il progetto. E chi se ne frega se le misure di sicurezza non ci sono, se cadono. Se muoiono.


Dopo, sempre e solo dopo, la politica si sveglia (per 24 ore, non di più) e parla di cordogli, di interventi drastici, di vicinanza ai lavoratori. Poi, il giorno dopo, tutti tornano a mangiare mortadella in Parlamento, a “dichiarare” di fronte alle telecamere. Nessun provvedimento serio, nessuna legge, nessuno schifoso, maledetto, abbozzo di legge.


Intanto nell’Italia vera, quella che lavora, che rischia, che va a fare la spesa, che paga le bollette, che ha la pensione di 3 euro, tutti restano abbandonati a se stessi.

A tale proposito, ecco un monologo eloquente di Ascanio Celestini.



mercoledì 2 aprile 2008


Related Posts

3 commenti:

Iksel81 ha detto...

potrei copiare ed incollare il mio commento all'articolo sulla violenza sul calcio.

comunque non la penso come te. i poveracci non sono abbandonati a se stessi. sono la materia prima e sono sfruttati. in mezzo ci siamo un po' tutti purtroppo...

Gianluca Pistore ha detto...

ciao, bel blog, che ne diresti di uno scambio link?


www.gianlucapistore.com

NoirPink - Modello PANDEMONIUM ha detto...

Basta fare i calcoli corretti e si scopre che le morti bianche in Italia non esistono. (...)
http://noirpink.blogspot.com/2008/08/attualit-morti-bianche-ma-quando-mai.html