INTER...DETTI

/
3 Comments

Un Empoli stellare espugna il San Siro – Chiesetta. Grande vittoria, lunedì, del team toscano contro i nerazzurri dell'Inter (anche se nerazzurri non erano) per 5-3. Partita decisamente tirata anche se i “blue” di Mister Spataro riescono subito a mettere le cose in chiaro nei primi minuti con un 2-0 (Bianco, Spataro) che lascia quei simpaticoni degli avversari spiazzati. Sul gol interista arriva come un falco pellegrino della Bassa Sassonia capitan Bianco che alla faccia di chi lo chiama Bonomelli o Camomillo dimostra di essere ipersveglio segnando il 3-1 dell’Empoli.


I milanesi (anzi uno) la buttano sulla protesta ed ovviamente l’arbitro decide di fischiare tutto con i toscani che ad un certo punto del match non possono più nemmeno starnutire... Così arriva il pareggio, 3-3, ma Salvati spolvera la sargamella su punizione tanto cara a Costantini per il 4-3. Scatta l’assedio anche se ad ogni attacco nerazzurro, l’Empoli risponde per le rime anche grazie al portiere Trinetti davvero in grande spolvero. Bastano due contropiedi ai “blue” per chiudere l’incontro.

Ed ora, giovedì, scatta l’Europeo a via Leopoli dove non si è ben capito quale nazionale dovremmo essere. Si mormora l’Olanda ma probabilmente per somiglianze calcistiche saremo il Montenegro...


LE PAGELLE

Trinetti 7: Sempre pronto sulle conclusioni degli avversari. Non si fa mai sorprendere e salva il risultato in più di un’occasione. Spiderman.

Salvati 7: il gol su punizione basta per giustificare il voto. Se poi ci aggiungete anche la solita prestazione difensiva magistrale... Crepamani.

Bianco 7,5: un capitano! C’è solo un capitano! Le urla dei tifosi lo hanno acclamato a fine gara. Due gol, gioco frizzante e grande sacrificio. Furetto.

Tomassini 6,5: di botte ne prende tante, ma tra un calcio sulla caviglia e un pestone riesce a trovare degli spunti interessanti. Martire.

Celestini 6: i tempi dei due/tre gol a partita sembrano essere ormai solo un lontano ricordo per lui. Due tempi di quantità anche al centro della difesa. Amarcord.

Di Sabatino 6,5: tira molto più del solito ed infatti meriterebbe più fortuna in zona gol. Per lui arriva una rete facile facile a porta vuota, ma importante perché chiude la partita. Closed.

Spataro 7: bravo nel gestire i cambi, deciso negli interventi e pericoloso in attacco. Due tempi da protagonista per l’uno – e- trino Spataro vero e proprio factotum. Figaro.


Per la cronaca nella partita precedente contro la Sampdoria abbiamo perso.

mercoledì 2 aprile 2008


Related Posts

3 commenti:

Iksel81 ha detto...

bella vittoria contro una "squadra di nervosetti"....

pilotino ha detto...

che collettivo "un capitano, c'è solo un capitano"

pilotino ha detto...

che collettivo "un capitano, c'è solo un capitano"